I parchi naturali della Slovenia

La Slovenia, oltre al Parco nazionale del Triglav e a 3 parchi regionali, conta anche 45 parchi paesaggistici che custodiscono un prezioso patrimonio naturale.

Esplora

Idrija e il patrimonio del mercurio

Idrija è, insieme alla spagnola Almaden, custode del patrimonio mondiale dell’estrazione del mercurio. La galleria Antonijev rov risale al 1500 ed è famosa per essere uno dei più antichi imbocchi di miniera in tutta l’Europa. La galleria è aperta alle visite, durante le quali scoprirete i vecchi metodi di estrazione e dove potrete essere anche sorpresi dal folletto delle miniere! Al patrimonio dell’estrazione del mercurio e alla vita delle famiglie di minatori del tempo sono collegate numerose attrazioni di Idrija: dal sorprendente patrimonio tecnico conservato nel museo del Castello Gewerkenegg fino alla tradizione dell’incredibile arte dei merletti.

Visita il sito web

Palafitticoli della palude di Lubiana e la ruota più antica al mondo

La Slovenia è uno dei paesi che conservano i siti palafitticoli dell’arco alpino entrati a far parte del patrimonio mondiale protetto. Nella palude di Lubiana sono stati scoperti 9 insediamenti palafitticoli e il reperto più importante di questi siti archeologici è una ruota risalente a circa 5200 anni fa, considerata la più antica ruota di legno con asse del mondo! I reperti palafitticoli si possono ammirare in diversi musei, mentre la palude di Lubiana è un parco ambientale che entusiasma per la ricerca delle particolarità naturali dell’ambiente paludoso vicino alla capitale.

Visita il sito web

Osservate gli uccelli

Nella palude di Lubiana nidificano oltre 100 specie di uccelli! Tra loro ci sono anche numerose specie minacciate e rare. Il miglior luogo per osservarli è la riserva naturale Iški morost, dove è stato allestito anche un sentiero didattico.

La Passione di Škofja Loka

Fin dalla sua creazione in epoca barocca, il più antico testo drammatico in Slovenia viene rappresentato nelle strade del centro storico medievale di Škofja Loka. Con ricchi costumi e scenografie, e gli oltre 900 membri della locale compagnia teatrale, ogni rappresentazione attrae una folla di visitatori a Škofja Loka. Si tratta di una rappresentazione storica unica che, a causa della sua complessità, è in programma ogni sei anni. La prossima si terrà nell'anno 2021. La Passione di Škofja Loka è iscritta nell’elenco del patrimonio culturale immateriale dell’umanità.

Visita il sito web

Altri tesori sloveni in lizza per il patrimonio mondiale

Con cinque attrazioni iscritte nella lista del patrimonio dell’umanità UNESCO, la Slovenia risulta essere tra i più ricchi custodi di tesori dell’umanità per numero di abitanti. Nelle precedenti liste sperimentali, attraverso le quali passano tutte le iscrizioni, sono presenti altre particolarità della Slovenia.

Ospedale partigiano Franja

Durante la seconda guerra mondiale, in mezzo a una gola nascosta e difficilmente raggiungibile, ha operato l’Ospedale partigiano Franja. Nelle sue baracche sono stati curati in un anno e mezzo circa 600 feriti. Straordinario simbolo di umanità ed esempio unico di cure ospedaliere in condizioni non comuni, già da lungo tempo è insignito del Marchio del patrimonio europeo e adesso aspetta di entrare nella lista UNESCO. Una strada ben battuta lungo una pittoresca gola porta fino all’ospedale, le cui baracche sono state ricostruite e attrezzate con materiali dell’epoca.

Visita il sito web

La Lubiana di Plečnik

L’eredità architettonica di Jože Plečnik, che con il suo approccio originale sia agli edifici che all’assetto urbanistico ha ideato gli aspetti più belli di Lubiana, è iscritta sulla lista sperimentale del patrimonio mondiale dell’UNESCO assieme ad alcune sue opere a Praga. Il modo più conciso per ammirare l’inimitabile architettura di Plečnik è fare una passeggiata per la capitale della Slovenia. Scoprite la Lubiana di Plečnik dal mercato alla biblioteca, dai Tre Ponti fino alla chiesa situata nella palude di Lubiana!

Visita il sito web

Il sentiero della pace

La Valle del fiume Isonzo è stata teatro di numerose battaglie durante la Prima guerra mondiale. Oggi presenta un’immagine idilliaca del mondo montano, che offre molte possibilità di passare in modo attivo il tempo libero. Il Sentiero della pace, che si snoda dalle Alpi fino all’Adriatico, unisce il ricordo della grande guerra e i suoi ammonimenti e la scoperta della magnifica natura presente lungo le acque verde smeraldo dell’Isonzo. Scoprite un mondo fatto di caverne, trincee, cimiteri militari, ossari e musei all’aperto. Vista la sua vocazione alla pace, il Sentiero della pace è iscritto nella lista sperimentale del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Visita il sito web

Fužinske planine (le malghe di Fužine) di Bohinj

Tra i due paesini di Bohinj, Studor e Stara Fužina si ergono le Fužinske planine (le malghe di Fužine), che fanno parte dell'area protetta del Parco nazionale del Triglav. Anche se hanno preso il nome dall'antica produzione del ferro in quest'area, hanno svolto un ruolo chiave anche in un'altra attività importante degli abitanti del posto – la monticazione. Prati montati situati a circa 1000 metri rappresentano in estate un ottimo pascolo per il bestiame. Al fascino delle malghe contribuiscono anche le idilliache capanne dei pastori nominate stani. Qui si trovano anche i piccoli caseifici, da dove derivano i sapori più caratteristici dei formaggi di Bohinj, e anche un tipo di formaggio particolare - mohant. Finita la stagione di pascolo nelle malghe, il bestiame si riporta giù nella valle e questo è il momento di festa. Lo potete sentire alla festa tradizionale di Kravji bal (il Ballo delle mucche) che si svolge a metà settembre, parallelamente potete assaggiare i sapori genuini dei formaggi di Bohinj in abbinamento con il vino al Festival del formaggio e del vino.

Il Carso classico

Una volta nell'immagine popolare il Carso rappresentava un paesaggio brullo, ricoperto di pietre, un ambiente ostile e duro, dove tira una forte bora. Anche la denominazione »il Carso«, proviene dalla parola indoeuropea per la pietra. Oggi il Carso ci mostra un'immagine diversa, piena di boschi, paesi affascinanti e vigneti. La storia ancora più interessante del Carso si nasconde sotto la superficie. Il mondo sotterraneo carsico è percorso da meravigliose grotte carsiche, dove i fiumi inghiottiti hanno creato delle sculture naturali spettacolari. La denominazione slovena Kras – il Carso, per merito degli esploratori che hanno cominciato a studiare in maniera più approfondita i fenomeni carsici proprio nel territorio della Slovenia, si è diffusa per tutto il mondo. Circola anche voce sulla squisitezza delle bontà carsiche, frutto della terra carsica fertile, della bora e delle laboriose mani della gente del posto.

Esplora

Geoparchi globali dell’Unesco in Slovenia

Nell'ambito dell'Unesco, è stata istituita una rete mondiale ed europea di geoparchi. Si tratta di aree caratterizzate da eccezionali caratteristiche geologiche e in cui particolare attenzione è dedicata al paesaggio e alla conservazione ed esplorazione dei valori geologici in termini di sviluppo sostenibile. In Slovenia ci sono attualmente due geoparchi, attivamente coinvolti nella rete europea e mondiale: il geoparco transfrontaliero delle Caravanche e il geoparco di Idrija.

Geoparco delle Caravanche

Il geoparco delle Caravanche copre l'area tra Mežica e Peca e si estende anche oltre il confine con l’Austria. Vanta piante uniche e minerali meravigliosi che raramente si trovano altrove nel mondo. Alcuni di essi un tempo erano sfruttati ai piedi dei monti Peca e Obir come minerali, ma oggi possiamo ammirarli nei musei. Nella miniera abbandonata di Mežica vi attendono esperienze indimenticabili, in quanto il sottosuolo del Peca si può visitare anche in bicicletta o in kayak. Le magnifiche forze della natura hanno creato anche splendide grotte con stalattiti e stalagmiti sotto il monte Obir.

Visita il sito web

Geoparco di Idrija

Il Geoparco di Idrija si estende sul territorio dell'omonimo comune. La ricca composizione geologica del suolo è stata la base per lo sviluppo della miniera di mercurio, che costituiva la seconda più grande miniera di mercurio nel mondo. Oggi la miniera e le relative infrastrutture vengono utilizzate a scopo turistico.  Vale la pena visitare anche altri gioielli naturali come il lago Divje jezero e il Parco paesaggistico di Zgornja Idrijca.  Le zone d’alta quota del geoparco offrono ottime opzioni ricreative. In estate sono frequentate da ciclisti ed escursionisti, mentre in inverno si può sciare sugli altopiani Vojsko e Črni Vrh. Per rifocillarvi potete concedervi un piatto di žlikrofi di Idrija, mentre specialmente le signore saranno affascinate dall’arte dei merletti di Idrija.

Visita il sito web

Desidero ricevere la newsletter

Restate informati sulle vacanze in Slovenia, le offerte di stagione, gli eventi attuali, le opportunità per escursioni e viaggi. Inserite un pezzo della verde Slovenia nella vostra casella di posta elettronica.

Condividi con gli amici

Aggiungi ai preferiti Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus Condividi su Linkedin Condividi su Pinterest Condividi su Vkontakte Consiglia a un amico