Valuta l'offerta:

Convento francescano di Kostanjevica

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Indirizzo: Škrabčeva 1, p.p. 303 5000 Nova Gorica
Telefono: +386 5 330 77 50
Fax: +386 5 330 77 51
e-mail:
www.samostan-kostanjevica.si
Nelle vicinanze del centro urbano di Nova Gorica, a 143 m d'altezza sulla collina di Kostanjevica, proprio accanto al confine sloveno-italiano, sorge la chiesa della Maria Annunziata con l'adiacente convento francescano. La chiesa Kapela (Cappella) per i goriziani era un luogo consacrato e meta di pellegrinaggio, ricco di storia e di tesori. A Kostanjevica amano andare credenti e turisti d'ogni dove. Kostanjevica e amministrata dai frati francescani, preposti alla sua cura gia da 180 anni. E' un centro spirituale, monumento d'arte sacra e monumento storico-culturale (con la tomba dei Bourboni e la biblioteca monastica). Dopo la guerra e stato per un periodo sede della nunziatura apostolica.
Oltre alle diverse leggende collegate alla fondazione della chiesa, esiste anche un fatto storico. Nel 1623 il conte Mattia Della Torre fece costruire sul proprio territorio una piccola chiesa, in cui fu trasportata l'immagine della Madonna, davanti alla quale i fedeli pregavano. Allora fu costruito anche un convento che prima dei francescani ospito per 134 anni i padri carmelitani. Il fiorire di Kostanjevica fu interrotto per dieci anni dal decreto di Giuseppe II del 1781. I padri carmelitani vennero cacciati da Kostanjevica nel 1785. Nel 1811 la proprieta venne data in amministrazione ai francescani sloveni. La chiesa, distrutta nella prima guerra mondiale, venne rinnovata tra il 1924 e il 1929 ed arricchita con stucchi. Al centro dell'altare di marmo c'e l'immagine della Madonna con il Bambino, incorniciata d'oro e adornata d'un cerchio di raggi. Numerose lapidi sepolcrali dimostrano il legame che i credenti sentivano per questo posto.
Il ruolo culturale-storico di Kostanjevica e definito dalla presenza delle tombe degli ultimi discendenti della famiglia reale francese dei Bourboni. Durante la rivoluzione del 1830 il re Carlo X di Bourboni venne destituito e, insieme con la famiglia, esiliato dalla Francia. Trovo rifugio presso il conte Coronini di Gorizia e volle essere sepolto a Kostanjevica. Cosi questo posto e oggi conosciuto nel mondo come Il piccolo Saint-Denis.
La biblioteca del monastero porta il nome di padre Stanislav Škrabec, il maggiore linguista sloveno, che visse nel monastero di Kostanjevica per piu di 40 anni. Quando i francescani dovettero trasferirsi dal Monte Santo a Gorizia, trasportarono a Kostanjevica anche la loro ricca biblioteca, consistente in preziosi scritti, datati persino al XVI secolo. La biblioteca si e poi ancora arricchita, grazie anche al fatto che a Kostanjevica c'era l'interna scuola monastica che a causa della guerra fu trasferita a Kamnik nel 1915. La biblioteca, sistemata in due grandi sale nel tratto del monastero, dispone di cca. 10.000 volumi. Tra i libri preziosi vale menzionare una trentina di incunabuli. Sono ricche anche le collezioni dei testi dal XVI al XIX secolo, tra cui e di massima importanza la prima grammatica slovena di Adam Bohorič Articae horuale con dedica dell'autore. Per il suo valore, la biblioteca e stata dichiarata nel 1952 monumento culturale. A questo ha seguito nel 1985 la proclamazione dell'intero territorio di Kostanjevica a monumento artistico e architettonico, ed e entrato a far parte del patrimonio culturale sloveno protetto.


 


guidate
individuali
GPS Northing (N) : 46,0265 
GPS Easting (E) : 13,5301 
Fotografie
Curatore : Turistična zveza TIC Nova Gorica | ++386 5 330 46 00 | | last modified: 02.05.2014

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni