Valuta l'offerta:

Štanjel

InfoLocalitàAlloggiAttrazioniAttivitàEventiCibo e VinoPiù
Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Centro informazioni turistiche:TIC Štanjel
Štanjel 1a
++386 5 769 00 56
304
No. abitanti
363 m
Altitudine
nella campagna
Clima salubre
Štanjel è uno dei paesi più pittoreschi e antichi del Carso; è famoso soprattutto per il suo antico nucleo di origini preistoriche, plasmato con classe e impreziosito dall’immenso valore storico e architettonico che egli stesso rappresenta. Il paese prende nome dal suo patrono San Daniele/Sveti Danijel, anche se fonti antiche lo citano come Sant’Anghelo/Sveti Angel o Arcangelo/Arhangel, che era il nome del castello. La parte vecchia del paese conserva la caratteristica tipologia carsica delle costruzioni a schiera, che hanno a tutt’oggi mantenuto l’originale struttura romanica e gotica, con anguste stradine che confluiscono nelle piccole piazze con pozzi monumentali. I primi insediamenti risalgono alla civiltà di Hallstatt (prima età del ferro), quando sulla cima del colle Thurn sorse il primo castelliere. Nell’antichità classica vi si insediarono i romani, che da qui non solo godevano del bellissimo panorama, ma riuscivano anche a controllare il valico naturale tra il Carso e la Valle del Vipava. Nel Medioevo, sui terrazzamenti a solatio, si sviluppò il paese che è stato citato per la prima volta nell’urbario di Gorizia del 1402, e che nei dintorni era conosciuto come un importante centro commerciale. Dopo il 1500, in seguito all’estinzione del ramo dinastico dei conti di Gorizia e la salita al potere degli Asburgo, la sua reputazione commerciale decadde per divenire un’importante roccaforte militare all’epoca delle guerre con Venezia e delle invasioni turche. Per sostenere l’impeto turco, alla fine del XV secolo vennero erette imponenti mura di cinta, ma passato il pericolo, le nuove case e parte del castello furono costruite, per motivi si spazio, a ridosso delle mura e della torre di difesa. Nel 1508, Štanjel fu per un breve periodo sottomesso ai veneziani. Tra il XVI e il XIX secolo vi governarono i conti Cobenzl, che fecero del castello la loro residenza, mentre scelsero la chiesa di Štanjel come tomba di famiglia. Ai membri di questa famiglia aristocratica furono all’epoca affidati incarichi molto prestigiosi, e così li troviamo tra gli alti funzionari e rappresentanti diplomatici degli Asburgo (ad esempio capitani a Trieste e governatori della Carniola/Kranjska), come pure tra i fondatori dell’Accademia di Bruxelles e di simili istituzioni a Gorizia. Le successive e consistenti ristrutturazioni del castello, della chiesa e delle mura impressero al paese quell’indelebile impronta che conserva tuttora.

Durante la prima guerra mondiale, il paese fu occupato dall’esercito austriaco, che nel castello allestì l’ospedale per gli ufficiali, mentre nella parte bassa del paese si trovavano le postazioni militari, l’ospedale e il cimitero. Nel periodo tra le due guerre, Štanjel visse un particolare momento di sviluppo architettonico grazie all’intervento dell’architetto e urbanista Maks Fabiani di Kobdilj, che dal 1935 fu anche sindaco del paese (vedi Personaggi importanti). Durante la seconda guerra mondiale, il castello e alcune case furono bruciati, il che costrinse gli abitanti ad abbandonare il paese e a rifugiarsi nei vicini paesi. La ristrutturazione del castello ebbe inizio negli anni sessanta del XX secolo, e continua tuttora.

Štanjel (360°)
 


Punto d'eccellenza :  Il castello,la Chiesa parrocchiale di San Daniele/Sveti Danijel ,casa romanica o casa carsica, ghiacciaia Ledanica o Gledanica – il punto più alto del monte Thurn, Torre di Kobdilj o Torre delle porte, un tempo parte della villa Ferrari, il giardino dei Ferrari . 
Cittadini famosi : JOŽE ABRAM – TRENTAR, (Štanjel 1875 – Lubiana 1938) drammaturgo, traduttore, scrittore di volumi dedicati alla montagna, promotore culturale ed economico, sacerdote – svolse la sua missione pastorale a Bovec, Trenta, Novaki, Bilje, Obloke, Most na Soči, Pevma;  

 

KAREL ČIGON, (Štanjel 1848 – Štanjel 1919) scrittore religioso, sacerdote di servizio a Sveti Križ di Vipava, Črniče, Temnica, Vojščica;  

 

GAŠPER ANDREJ JAKOMINI, (Štanjel 1726 – Graz 1805), imprenditore, cavaliere, membro dei ranghi provinciali della Štajerska (1770), padre dello scrittore Jožef Andrej Jakomin; da lui ha preso nome un quartiere cittadino e una piazza a Graz (Austria);  

 

JOŽEF ANTON JAKOMIN, (Štanjel 1755 – Nova Cerkev (Strmec) 1830), sacerdote, scrittore religioso, promotore economico, promotore scolastico, figlio di G.A. Jakomini;  

 

JOŽEF CUSANI, (Šempeter presso Gorizia 1709 – data della morte sconosciuta) scrittore religioso, vicario a Štanjel. Autore dell’opera Umirajoči kristjan (Christianus moribondus, 1749) e probabilmente di un catechismo sloveno.  

 

 


Auto : Štanjel e raggiungibile dalla strada regionale Sežana – Nova Gorica; da essa all’altezza del Paese Inferiore si dirama la strada per Komen che da Štanjel dista 8 km. Autobus di linea collegano il paese con Nova Gorica, Sežana e Komen. Nella parte bassa del paese, al confine con il paese limitrofo Kobdilj, c’e la stazione ferroviaria raggiunta da treni da e verso Nova Gorica e Sežana.  

 

 

 

 
Treno : Stazione ferrovie Štanjel ( linea Sežana-Nova Gorica) 
Autobus : Stazione d'autobus Štanjel 


Ufficio postale : 6222 Štanjel 
Štanjel 99a 
++386 5 769 01 00 
Stazione degli autobus : Štanjel 
Stazione ferroviaria : Štanjel 
Kobdilj 2 
++386 5 296 33 55 
Pro loco : TD Štanjel 
Grad Štanjel 
++386 5 769 01 97 
Polizia : Sežana 
++386 5 734 61 50 
Poliambulatorio : Komen 
Komen 94 
++386 5 766 85 06 
Dentista : Komen 
Komen 94 
++386 5 766 80 40 
GPS Northing (N) : 45,8234 
GPS Easting (E) : 13,8457 
Fotografie
Curatore : Občina Komen - TIC Štanjel | ++386 5 769 00 56 | | last modified: 13.12.2013
Vai alla mappa
GPS N: 45,8234
E: 13,8457
Destinazione: Carso
Località: Štanjel

Prenota & acquista

Prenotazione
Cerca in:

Data di arrivo:
Giorno
Mese
Anno

Notti
Camere
Adulti/cam.
Posiziona su Google Maps
Ricerca avanzata
CERCA
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni