Il 30 maggio 2016 alle ore 10:48 nelle Grotte di Postumia, una delle grotte carsiche più affascinanti al mondo, da una delle uova che la femmina di proteo ha iniziato a deporre a gennaio è uscito dal guscio il primo cucciolo. Si trattò di un evento storico che fu seguito per la prima volta in 200 anni di storia della grotta. La miracolosa nascita, che tutto il pubblico mondiale seguì attentamente, fu un'occasione unica per la visita del mondo sotterraneo carsico e per scoprire i suoi abitanti più famosi – i protei, conosciuti anche come »cuccioli di drago«.

Il primo “piccolo draghetto”

Ogni nuova vita è un miracolo. Tanto più se si tratta di un “draghetto”. Il cucciolo è nato esattamente quattro mesi dopo che la femmina di proteo ha deposto il primo uovo nell’acquario. Evidentemente non vedeva l'ora di uscire poiché è riuscito letteralmente a fiondarsi nel mondo dopo un solo tentativo di liberarsi dal guscio. Per fare conoscenza con la sua nuova casa ha prima nuotato nell’acquario e poi si è posato tranquillamente sul fondo. La sua nascita è stata ripresa anche da telecamere a raggi infrarossi e i primi filmati nella storia della schiusa delle uova di proteo hanno un'importanza enorme per i biologi. Potrete vederle anche voi quando vi fermerete alle Grotte di Postumia.

Il miracolo delle grotte, che accade di solito nella profondità delle acque sotterranee, sta avendo luogo proprio sotto l’occhio dei visitatori nell’acquario raggiungibile con il trenino sotterraneo. Siccome il proteo è difficilmente avvistabile in natura, l’acquario rappresenta l’unico modo per vederlo da vicino. Proprio per questo motivo l’attesa dell’arrivo dei piccoli protei è un avvenimento così particolare e raro, seguito attentamente dai biologi di tutto il mondo.

Nelle Grotte di Postumia, una delle femmine del proteo fece le uova già nel 2013, ma all'epoca, non riuscì a svilupparsi nessuno dei cuccioli. Questa volta i biologi posero molta più attenzione nella cura delle uova. Dovrebbero schiudersi dopo circa quattro mesi e la data dell’arrivo della nuova generazione di protei è molto vicina. Si tratta appena della seconda volta nella storia in cui avremo la possibilità di vedere e prenderci cura dei cuccioli di “drago”.

Una creatura mitologica misteriosa

Sebbene i protei vivano nelle grotte già da milioni di anni, di loro si sa ancora molto poco. L’uomo ha avvistato il proteo per la prima volta nel 17° secolo, quando in seguito a forti piogge il fiume ha portato alcuni esemplari fuori dal loro ambiente naturale. Poiché si credeva che nelle Grotte di Postumia, abitasse un mostruoso drago, si era convinti che questi animali straordinari, fossero i suoi cuccioli. Così i protei sono conosciuti anche col nome di »cuccioli di drago«.

Ora sappiamo che il proteo, è l'unico vertebrato che vive esclusivamente nel mondo sotterraneo e anche il più grande predatore delle grotte, nonostante la sua lunghezza che va dai 30 ai 40 cm. È completamente adattato all’assenza di luce poiché la sua pelle non contiene nessuna pigmentazione protettiva, mentre il colore roseo della pelle è dovuto ai capillari sottocutanei. Il proteo potrebbe svelarci qualche segreto sulla longevità dal momento che vive in media 100 anni in modo lento e inattivo. La sua fama “mitologica” è anche giustificata dalla sua “mancanza di appetito”: può digiunare anche 10 anni di fila e la riproduzione pare che avvenga ogni 6 o 7 anni. L’animaletto è privo di occhi, dunque cieco, e per muoversi nel suo ambiente utilizza il suo forte senso dell’olfatto e dell’udito nonché la capacità di percepire l’energia elettrica e le onde magnetiche.

Indice di acqua pulita

La caratteristica più importante del proteo è sicuramente il fatto che questo animale vive in acque estremamente pulite. Se i protei spariscono da un determinato luogo, ciò può essere dovuto all’inquinamento e per questo motivo gli sloveni sono molto orgogliosi del fatto che i “piccoli draghetti” abitino da così tanto tempo il loro mondo sotterraneo.

L'acqua in Slovenia non è solo pulita, ma ricopre anche buona parte del suo territorio. Gli sloveni hanno il privilegio di vivere accanto a 1.300 laghi naturali e artificiali, sorgenti, cascate e fiumi e ovviamente anche nei pressi del mare. Con più di 27.000 chilometri di fitte reti fluviali e 54.000 chilometri di sponde e alvei fluviali e lacustri, la Slovenia è uno tra i paesi più ricchi d’acqua al mondo.

Una delle più belle grotte al mondo

Le Grotte di Postumia sono rinomate per essere tra le grotte carsiche più belle e biologicamente diversificate al mondo. Il fiume Pivka ha creato sotto la superficie un mondo magico di caverne misteriose, sale sotterrane e gallerie di stalattiti e stalagmiti, che attirano visitatori ormai da oltre 200 anni. Venite a convincervi da soli della loro bellezza e cogliete la storia nel pieno della sua evoluzione. 

Consigliato!

Visitate anche i musei dove sono conservati i tesori sloveni più preziosi! Ammirate le particolarità delle regioni nelle aree naturali protette. Nel Carso, che ha dato il nome ai fenomeni carsici di tutto il mondo, troverete caratteristiche interessanti anche in superficie, non solo nelle grotte carsiche. Nelle vicinanze delle principali attrazioni vi attendono sistemazioni di tutti i tipi.

Desidero ricevere la newsletter

Restate informati sulle vacanze in Slovenia, le offerte di stagione, gli eventi attuali, le opportunità per escursioni e viaggi. Inserite un pezzo della verde Slovenia nella vostra casella di posta elettronica.

Condividi con gli amici

Aggiungi ai preferiti Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Pinterest Condividi su Vkontakte Consiglia a un amico