Valuta l'offerta:

Sulle orme del drago – leggenda sulla creazione di Tržič

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Interpretato da : Centro informazioni turistiche Tržič

Indirizzo: Trg svobode 18 4290 Tržič
Telefono: +386 4 59 71 536
Fax: +386 4 59 71 513
e-mail:
www.trzic.eu
Seguiremo la leggenda della creazione di Tržič lungo tutto il nostro percorso dal Ljubelj attraverso la Valle di Sveta Ana fino a Tržič.

Dal valico di confine di Ljubelj il nostro percorso seguirà la strada su uno dei più vecchi passi di montagna dell'Europa che sa raccontare un'infinità di storie sulla storia e sulla gente che vi viaggiava. Già ai tempi dei Romani il passo del Ljubelj (ted. Loibl) veniva attraversato da una strada che collegava Virunum (a nord dell’odierna Klagenfurt) alla romana Emona. Verso la fine del sec. XV, il Ljubelj venne attraversato anche da Krištof Lamberger durante il suo viaggio a Vienna, dove andò a combattere con »Pegam«. Durante la controriforma, anche l'autore dei primi libri sloveni, Primož Trubar scappò attraverso il passo. Nel 1728 il capitano regionale Wolf Waikard Gallenberg, sentendo la notizia che attraverso il passo sarebbe arrivato l'imperatore Carlo V, fece disfare la galleria e spianare la strada. Per ricordare l'evento, gli stati regionali della Carniola fecero erigere due piramidi di pietra su di una base. Le pietre per le piramidi vennero trasportate da Lubiana su venti carri, e furono usati 187 cavalli.
Dal 1964, quando fu inaugurata la nuova galleria del Ljubelj, la vecchia strada è interessante come punto turistico. L'automobile club di Tržič ogni anno organizza qui una gara di automobili d'epoca, il memoriale di Hrast. Il percorso è lungo 2300 metri e la salita raggiunge il 33% di pendenza. Dalla cima del Ljubelj si hanno bellissimi panorami sulla valle di Podljubelj nonché sulle pareti settentrionali dei monti Košuta e Begunjščica.

Tornando nella valle, passeremo il parco commemorativo del campo di concentramento, succursale di Mauthausen, quindi ci fermeremo nella frazione di Lajb, dove secondo la gente del luogo una volta sorgeva la Tržič originale. Qui passava il vecchio sentiero per il trasporto merci da Draga, attraverso il Preval fino a Lajb e quindi attraverso il passo del Ljubelj nella Carinzia. Qui sorgeva anche l'abitato della miniera di Sveta Anna, nella quale veniva estratto per secoli il mercurio.

Più in basso nella valle del Beli potok, lungo una parete di conglomerato di oltre 230 milioni di anni, scende la cascata Tominčev slap che si divide già in cima. Quando l'acqua è copiosa, i due getti si uniscono e rimbombano nella valle di Sveta Ana.


Dopo pranzo nell'ameno punto di ristoro »Školjka« seguiremo le tracce della leggenda per raggiungere il centro storico di Tržič.


Nell'ambito delle curiosità storiche, tra i borghi commerciali della Carniola solo Tržič può vantare il conservato documento sulla fondazione, con il quale nel 1492 l'abitato fu elevato a borgo. La calamità più grande colpì Tržič nel 1811, quando in un grande incendio bruciarono i laboratori di fabbri, le fucine, numerosi laboratori di artigianato e le case borghesi. La ristrutturazione dopo l'incendio si svolse lentamente. Fu emanato uno speciale regolamento secondo il quale tutte le case dovevano essere munite di porte e scuri in metallo, una particolarità nell'ambito europeo. Nel centro storico, lo sguardo viene attratto anche da numerose altre caratteristiche delle costruzioni, ad esempio portali e infissi di finestre in tufo di Peračica, fessure per essiccare sui tetti, cippi confinari detti opestniki, finestre dette »curiose« ...

Alla fine visiteremo anche il Tržiški muzej (Museo di Tržič), dove potrete cogliere lo spirito di intraprendenza delle vecchie famiglie di Tržič. Visitando le collezioni esposte conoscerete: la pelletteria – le ricette segrete e i procedimenti della conciatura delle pelli; la calzoleria – sua maestà la scarpa, opera delle mani dell'abile manifatturiere; la tessitura – faremo una passeggiata dalla lana al filato, dal lino alla tela, dal cotone ai diversi tessuti; la lavorazione del legno – legno come regalo della natura: vivere con il legno, lavorare il legno, cuocere il carbone, curvare il legno per poter fare le ruote oppure infondergli la vita per creare gli oggetti.

 
N. minimo di partecipanti : 10 
N. massimo di partecipanti : 30 

Visite
guidate 

Prezzo: 13,02 € a persona (consiglio, assicurazione contro i danni, tasse di entrata e pranzo) 


GPS Northing (N) : 46,4329 
GPS Easting (E) : 14,2616 
Fotografie
Curatore : Turistično info. in prom. center občine Tržič | ++386 4 597 15 36 | | last modified: 14.08.2014

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni