Valuta l'offerta:

Il sentiero della pace

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Interpretato da : Ustanova »Fundacija Poti miru v Posočju«

Indirizzo: Gregorčičeva ulica 8, 5222 Kobarid
Telefono: ++ 386 5 389 01 67
e-mail:
www.potmiru.si
Dal 2007 i più rilevanti resti e monumenti commemorativi del fronte isontino nell'Alto Isonzo sono collegati dal Sentiero della pace. Questo è dedicato alle innumerevoli vittime della Prima guerra mondiale. Lo scopo del sentiero è di presentare al visitatore le peculiarità storico-culturali e naturali dell'Alta valle dell'Isonzo.

Centro visitatori “Il Sentiero della pace” a Kobarid offre una nuova mostra interattiva "Il sentiero della pace" gratuita.

Ha inizio a Log pod Mangartom presso l'entrata ad un pozzo di miniera chiamato Štoln e termina presso il museo all'aperto a Mengore, nelle vicinanze di Most na Soči. Il sentiero è suddiviso in cinque tratti che hanno diversa lunghezza e grado di difficoltà. Durante la visita si può pernottare negli abitati dove i tratti hanno inizio o fine, ma anche nel  rifugio montano sulla malga Kuhinja.

Il sentiero della pace è contrassegnato con proprie indicazioni. In gran parte coincide con sentieri montani e turistici già esistenti.

Per coloro che desiderano allungare la visita, può essere il punto di partenza per tour più impegnativi sui monti dei dintorni.

Sei musei all'aperto:
Ravelnik - La prima linea di difesa Austro-Ungarica
Čelo - Postazioni Austro–Ungarica di artiglieria
Zaprikraj - Prima linea di difensa Italiana
Kolovrat - Terza linea di difesa Italiana (Linea d’armata)
Mrzli vrh - Prima linea di difensa Italiana ed Austro-Ungarica
Mengore - Prima linea di difesa Austro-Ungarica sulla testa di ponte di Tolmin.

IL SENTIERO DELLA PACE DALLE ALPI ALL`ADRIATICO
Il Sentiero della pace collega territori, persone ed un ricco patrimonio culturale e naturale lungo l’allora Fronte isontino. Ricorda tutti coloro che hanno sofferto nel periodo della 1. guerra mondiale ed ammonisce perché le guerre non accadano più. Soprattutto, incoraggia i valori della pace e le occasioni per uno sviluppo comune.
Il Fronte ha lasciato dietro a sé numerosi resti che con l’aiuto di vari enti ed associazioni sono esemplarmente conservati e curati.
I cimiteri militari, le caverne, le trincee, gli ossari, le cappelle, i sacrari, i musei all’aperto ed altri monumenti rappresentano un importante patrimonio materiale ed immateriale della storia europea. Oggi con le loro testimonianze, stati d’animo e storie rappresentano la spina dorsale del Sentiero della pace dalle Alpi Giulie all’Adriatico.
Il Sentiero è segnato in modo unitario, adatto ad escursionisti e ciclisti. Nei confronti dei siti più grandi l’accesso è possibile anche con automobili ed autobus. Il Sentiero della pace è una scelta adeguata per tutti coloro che desiderano trascorrere attivamente il tempo libero, vivere impressionanti vedute e bellezze della natura, conoscere la storia e la cultura, incontrare la gente del luogo, sperimentarne la vita attuale ed assaggiare le bontà locali. Si consigliano visite guidate con le guide turistiche locali.

 

Visite
individuali, guidate 

Visite guidate:
L`Ente Fondazione Le vie della pace nell'Alto Isonzo organizza visite guidate lungo il Sentiero della pace, i musei all'aperto ed altri scenari del fronte isontino.

 


Ustanova »Fundacija Poti miru v Posočju« 
Gregorčičeva 8 
5222 
Kobarid 
Telefono : ++ 386 5 389 01 67 
Telefono 2 : ++ 386 31 586 296 
Fax : ++ 386 5 389 01 68 
E-mail :  
Sito internet : www.potmiru.si 
GPS Northing (N) : 46,2468 
GPS Easting (E) : 13,5808 
Fotografie
Curatore : LTO Sotočje | ++386 5 380 04 80 | | last modified: 27.02.2014

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni