Valuta l'offerta:

Črna pri Kamniku, centro di pellegrinaggi con la chiesa di sv. Primož e Felicijan e la chiesa di sv. Peter

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Sv. Primož nad Kamnikom
Questa meta di pellegrinaggi con le due chiese succursali sorge sul panoramico e soleggiato versante della Mala planina sopra il villaggio di Črna nei pressi di Kamnik. Sopra la chiesa maggiore e più famosa ce n’è un'altra minore, gotica e a navata unica, dedicata a S. Pietro. L'esterno semplice, murato e intonacato con tetto a doppio spiovente, nasconde nella navata un soffitto ligneo decorativo, fortemente danneggiato, con pittura a soggetti ripetitivi (1475) e tre altari dorati del sec. XVII (S. Pietro, S. Lucia, S. Lorenzo). Più in basso sorge la casa del sagrestano, nella quale ci si può rifocillare, una minore cappella con la statua di Gesù Cristo Re, opera di France Kralj, e il campanile solitario (campana del 1491), resto delle mura fortificate di difesa (tabor). La chiesa di sv. Primož e Felicijan (Ss. Primo e Feliciano, già chiesa di S. Radegonda) si erge sul sito di una precedente chiesa romanica, allargata nel sec. XV e in seguito completata. Risale al gotico la sua doppia navata, insolita per le regioni slovene, con volte a costoloni (1459) e uno stretto presbiterio, eretto nel 1507. La chiesa ha il proprio campanile, inserito nella facciata occidentale. L'interno sorprende con gli straordinari affreschi rinascimentali e l’arredo. Gli affreschi sulle pareti, datati 1504, sono opera del maestro Vito o del Maestro di Sv. Primož. Sulla parete settentrionale si è conservata la presentazione globale del Viaggio e dell’Adorazione dei Re Magi, delle pestilenze, di Maria Protettrice con mantello, nonché di Cristo sofferente. Il muro meridionale è decorato con affreschi che rappresentano la vita della Vergine, tramite le immagini che non sono interessanti solo dal punto di vista iconografico, ma perché rispecchiano la vita delle donne all'inizio del sec. XVI. Le scene dipinte sono collocate in paesaggi o ambienti reali, sono interessanti numerosi dettagli, dai vestiti al comportamento della gente. Nella parte occidentale sorge »l'altare« a baldacchino, sepolcro simbolico con reliquie dei martiri Primo e Feliziano. L'altar maggiore (1628) è uno dei primi altari dorati del laboratorio lubianese di Giovanni Battista Costa. Il pulpito tardobarocco è decorato con immagini degli evangelisti ed eccellenti nature morte ad opera di Valentin Metzinger. L'organo (del 1680) è lo strumento musicale più antico noto in Slovenia, opera del famoso produttore Janez Faller. La chiesa è regolarmente in funzione. Le chiavi, soprattutto nei fine settimana, sono reperibili nella vicina casa del sagrestano. Nei giorni infrasettimanali, per la chiave bisogna contattare la canonica della parrocchia a valle. 


Župnijski urad Kamnik 
Respov prehod 1 
1240 
Kamnik 
Telefono : ++386 1 831 92 90 
Telefono 2 : ++386 41 353 513 (g.Uršič) 


GPS Northing (N) : 46,2689 
GPS Easting (E) : 14,6337 
Fotografie
Curatore : Zavod za turizem in šport v občini Kamnik | ++386 1 831 82 50 | | last modified: 23.05.2014
Vai alla mappa

Stahovica

Vai alla mappa
GPS N: 46,2689
E: 14,6337
Località: Stahovica

Prenota & acquista

Prenotazione
Cerca in:

Data di arrivo:
Giorno
Mese
Anno
Notti
Camere
Adulti
Camera/Appartamento
Bambini
CERCA
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni