Valuta l'offerta:

La regione della Notranjska e del Carso

InfoLocalitàAlloggiAttrazioniAttivitàEventiCibo e VinoPiù
Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Questa regione slovena non si può esplorare semplicemente in superficie. Letteralmente. Le bellezze che essa offre sotto la superficie sono ancora più meravigliose di quelle che si possono ammirare in quest'area movimentata, in gran parte coperta da boschi. Quasi ogni chilometro quadrato della zona nasconde una dalle migliaia di grotte carsiche.

Non lontano da Postojna, centro amministrativo, economico e culturale della regione, nelle gallerie sotterranee ornate da stupende formazioni calcare, invitano le Grotte di Postumia. Alla visita dei cinque dei totali 21 chilometri di gallerie vi porterà un trenino elettrico. Nella grotta abita l'unico vertebrato ipogeo d'Europa, il pallido anfibio, il proteo, proteus anguinus.

Gli amanti delle meraviglie sotterranee vengono affascinanti anche dalla grotta Križna jama vicino alla piana del Loško polje, dove parte delle gallerie sono accessibili solo in gommone. Fa parte delle curiosità naturali straordinarie, che lo stesso fanno parte del Parco regionale della Notranjska, l'alto ponte naturale di Rakov Škocjan. Dista solo pochi chilometri un altro fenomeno del mondo carsico, un lago intermittente. Il lago di Cerknica (Cerkniško jezero) nei mesi quando è pieno di acqua, diventa il lago più grande della Slovenia. Fu il primo del mondo ad esplorare il fenomeno delle acque intermittenti il noto storiografo sloveno Janez Vajkard Valvasor. Nella sua opera La gloria del ducato carniolano, pubblicato alla fine del XVII secolo, descrisse anche l'attività originale degli abitanti dell'altipiano Bloška planota che ha avuto importante influsso sullo sviluppo dello sci sportivo. Gli abitanti di Bloke erano gli unici in Europa centrale ad usare gli sci per camminare e serpeggiare per la neve.

La regione della Notranjska e del Carso è la zona dove ben sei volte sbocca e si incaverna lo stesso fiume da vari nomi che per la settima e ultima volta riappare come Ljubljanica. Si perde nel sotterraneo per la prima volta a Babno Polje, località famosa per la più bassa temperatura registrata in Slovenia: meno 35 gradi centigradi.

In questa zona assai movimentata, collinosa, spicca l’altipiano carsico dello Snežnik, la cima più alta della Slovenia meridionale. Ai piedi sorge il bel castello Snežnik, adibito a museo.

Un’introspezione nelle epoche più tempestose del XX secolo è resa possibile dal Parco della storia militare a Pivka, dove sono in mostra numerosi carri armati, usati dagli eserciti che parteciparono alle due guerre ed anche l’esercito dell’ex Iugoslavia.

Uno dei centri della regione è anche Ilirska Bistrica, famosa nei secoli passati per la lavorazione del legno. L’acqua spingeva le segherie e i mulini; l’unico che oggi si può visitare è il ristrutturato mulino di Hodnik.
 
Fotografie
Curatore : SPIRIT Slovenija | | last modified: 14.09.2010
Vai alla mappa

La regione della Notranjska e del Carso

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni