Valuta l'offerta:

La regione della Koroška

InfoLocalitàAlloggiAttrazioniAttivitàEventiCibo e VinoPiù
Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
La regione della Koroška (Carinzia) viene considerata culla della slovenità. In seguito al plebiscito nel 1920, una gran parte del territorio appartenne all'Austria, e così la regione slovena della Koroška di oggi comprende il territorio delle tre valli – dei fiumi Meža, Drava e Mislinja nonché di tre catene montuose – il Pohorje, le Caravanche e le Alpi della Savinja.

Il centro della regione viene rappresentato dalla zona tra le città di Slovenj Gradec, Ravne na Koroškem e Dravograd. L'entroterra di campagna dei maggiori centri urbani nella Koroška è caratterizzato dagli abitati dispersi. Nella Koroška troviamo le fattorie più in quota di tutta la Slovenia che in forma di »celek« si trovano sparse per l'intero territorio.

La natura intatta della montagna e i boschi con una ramificata rete stradale offrono vagabondaggi esplorativi di vario tipo per le cime delle montagne Peca e Raduha, per i vasti pendii dei monti Uršlja, Olševa, sui monti dello Smrekovec, del Pohorje occidentale o del Kozjak come anche nei pendii delle pittoresche valli alpine. I sentieri attraggono soprattutto gli escursionisti e i ciclisti. La Koroška è attraversata dal Sentiero alpino sloveno, dal Sentiero europeo E6 e da tanti altri sentieri tematici, alpini, nonché dagli stretti sentieri forestali che portano ai migliori punti panoramici. È una curiosità particolare la simpatia della gente della zona per il mountain bike. I boschi sono un intreccio di strade, carrarecce ed altre vie che vengono utilizzate dai ciclisti. Qui è sorto anche il primo mountain bike park della Slovenia, nella valle del trasognato fiume Drava si snoda una tratta del Sentiero internazionale ciclabile della Drava, e sopra esso, per i crinali del Pohorje, si snoda la Trasversale ciclabile del Pohorje.

La catena montuosa del Pohorje è uno scrigno di boschi profondi e scuri. I prati alpestri d'inverno diventano campi sciistici. Il più grande centro sciistico del Pohorje occidentale è Kope. Nelle vicinanze si trova anche il centro sciistico di Ribniško Pohorje. A Ribniško Pohorje cresce anche l'abete di Sgerm, l'albero più alto dell'Europa centrale. Sul monte Uršlja gora si trova la chiesa più in quota nel territorio sloveno, e sui pendii settentrionali sotto essa un centro sciistico che insieme al lago sottostante crea il centro turistico e ricreativo Ivarčko. Sotto la cima della montagna più alta delle Caravanche orientali, Peca, nel grembo della quale dorme re Matjaž (Mattia), si estenda la valle di una bellezza unica – il parco ambientale Topla. Sul vicino Ludranski vrh cresce il tiglio di Najevnik – padre di tutti i tigli sloveni, e sotto la cima si estende lo Smrekovec, l'unica catena montuosa vulcanica della Slovenia.

Nei secoli passati qui si è sviluppata l'industria mineraria, oggi l'ex miniera di Mežica è adibita a miniera turistica e museo con un'unica offerta di ciclismo per le gallerie abbandonate e misteriose nel mondo sotterraneo del fiume Peca.
Anche nella valle della Drava oggi si può avere l'esperienza dell'attività una volta molto importante, quella degli zatterieri che una volta trasportavano il legno verso le località distanti lungo il fiume. Le vere zattere, oggi destinate alle gite turistiche, partono da due porti fluviali – di Gortina e di Javnik, dove è stato sistemato anche il museo degli zatterieri. Nel centro medievale di Slovenj Gradec – città Messaggero di pace – si trovano sedi della Galleria di arti figurative della Koroška e del Museo regionale della Koroška. Un'unità del museo si trova anche a Ravne, con la Biblioteca centrale della Koroška di dr. Franc Sušnik. Numerose collezioni e mostre sono sparse per tutti i comuni della Koroška. La pittoresca e svariata architettura delle chiese succursali che si possono vedere praticamente su ogni collina fuori agli abitati, rispecchia numerose caratteristiche autoctone, conservando così riconoscibile il paesaggio della Koroška inserendola tra le parti più attraenti dal punto di vista culturale della Slovenia.

Le fattorie agrituristiche sono una caratteristica tipica del villaggio di Šentanel, e l'ospitalità genuina si può sentire anche in numerose altre fattorie della campagna della Carinzia slovena. Naturale, casereccio e tradizionale sono le parole con le quali si possono descrivere le specialità della cucina della Koroška. Bisogna rilevare l'ottimo pane nero o di segale e l'ottimo mosto, la bevanda tradizionale ricavata con la fermentazione del succo di mele di varietà vecchie.
 
Fotografie
Curatore : SPIRIT Slovenija | | last modified: 29.07.2010
Vai alla mappa

La regione della Koroška

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni