Valuta l'offerta:

Kojsko

InfoLocalitàAlloggiAttrazioniAttivitàEventiCibo e VinoPiù
Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Centro informazioni turistiche:TIC Brda
Grajska cesta 10, 5212 Dobrovo
+386 (0)5 395 95 94
298
No. abitanti
269 m
Altitudine
nella campagna
Venite a conoscere Kojsko, l'insediamento disteso con circa 300 abitanti, sopra il quale si erge su un'altura (di 290 metri) la piccola chiesa di sv. Križ (santa croce). Dalla tradizione orale si tratta di »Santa Croce sul lago«; in realtà, ci sono numerosi ruscelli che sorgono sotto la collina. La chiesetta fu presumibilmente costruita nel 1500 nell'ambito dell'insedimento fortificato (detto »tabor«), mentre l'ultima delle torri fortificate con delle merlature un po' insolite oggi serve da campanile. La strada che conduce alla chiesa è accompagnata da tabernacoli della Via Crucis e gli affreschi risalgono alla seconda metà del XVII secolo. Sveti Križ fu una volta un famoso luogo di pellegrinaggio, visitato dai pellegrini della Carinzia, del Friuli, del Goriziano, della valle del Vipava e della Soča, oggi anzitutto un punto d'interesse turistico. L'altare principale a battenti in stile gotico è del 1515, fu fatto in un'officina d'intaglio a Villach ed è uno dei più vecchi altari di stile gotico sul territorio sloveno. Il luogo è un belvedere straordinario, da dove – col bel tempo – si apre una vista dalle Alpi all'Adriatico. Al tempo del Fronte d'Isonzo da questo punto il re italiano Vittorio Emanuele III osservava i settori di battaglia sul monte Sabotin. Dell'importanza strategica che il posto ebbe nella Grande Guerra restano a testimoniare 300 metri di galleria conservata della ferrovia a binario unico denominata »Na kalehih«. È interessante anche la chiesa parrocchiale di Kojsko dedicata a Santa Maria Assunta che fu nella seconda metà del XVIII secolo ricostruita in stile barocco, solo il presbiterio è del tardo gotico. Di quello che era una volta il più bel e grande castello di Brda, nel XVIII secolo il centro culturale e la sede giudiziaria per quasi tutta la regione di Brda, sono purtroppo rimasti solo alcuni resti (una lastra commemorativa con epitaffi e stemmi delle famiglie Coronini e Dietrichstein). Kojsko fu già prima della Grande Guerra un centro economico-culturale di Brda, oggi però è un paese tipicamente viticolo con l'ufficio postale, l'ambulatorio e la trattoria. Lungo la strada si erge il monumento dedicato a Srečko Kumar, un noto direttore di coro e insegnante di musica. Nel 1086 la località di Kojsko fu per la prima volta menzionata come luogo il quale fu regalato dal conte goriziano Enrico all'Abbazia di Rosazzo. Nel 1879 ci fu la prima degustazione, la mostra e la valutazione dei vini, mentre ogni anno si festeggia il giorno di »Sveti križ« (santa croce) e si organizza la processione.  


GPS Northing (N) : 46,0064 
GPS Easting (E) : 13,5752 
Fotografie
Curatore : TIC Brda | ++386 5 395 95 94 | | last modified: 05.12.2013
Vai alla mappa
GPS N: 46,0064
E: 13,5752

Prenota & acquista

Prenotazione
Cerca in:

Data di arrivo:
Giorno
Mese
Anno

Notti
Camere
Adulti/cam.
Posiziona su Google Maps
Ricerca avanzata
CERCA
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni