Valuta l'offerta:

Barje - la palude lubianese

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
La palude Barje di Lubiana è una zona naturale di acque stagnanti e torbiere, nota per la sua rara fauna e flora e per i resti della cultura preistorica dei palafitticoli, iscritte  sulla lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

Barje si trova nella parte meridionale e sud-orientale del bacino di Lubiana, tra Škofljica, Ig, Podpeč, Borovnica, Vrhnika, Drenov Grič e Brezovica. Misura circa 160 chilometri quadrati. Il suo aspetto è stato concreato ed è ancora oggi segnato dal fiume Ljubljanica.

I siti archeologici della palude
A causa delle caratteristiche straordinarie del suolo delle zone umide e anche del fondo della Ljubljanica, si sono conservate nella palude le testimonianze di tutti i  periodi storici e di tutte le culture. L'acqua ha permesso la conservazione delle materie organiche come il legno, la stoffa, i resti di piante e scheletri.
Gli archeologi hanno trovato più di 10.000 oggetti appartenenti a diversi periodi storici che sono conservati nei musei di Lubiana e alcuni musei stranieri. Tra i reperti più importanti c’è la più antica ruota di legno del mondo,  costruita tra il 3350 e il 3100 a.C.

La cultura dei palafitticoli
I palafitticoli abitavano nei villaggi di palafitte ovvero abitazioni lacustri, insediamenti di legno, costruite su pali piantati nei fondali delle paludi o dei laghi. L’insediamento più antico di palafitticoli si è formato nel periodo del mesolitico (circa 5000 anni a.C.). Il più recente invece  ha raggiunto l'età del bronzo (circa 1000 anni a.C.).
I palafitticoli giravano con barche, scavate nei tronchi d’albero, chiamate piroghe. Vivevano di caccia, di pesca, di allevamento e di agricoltura primitiva.

L’eccezionale varietà di flora e fauna
A causa dei movimenti tettonici, delle interruzioni e sovrapposizioni dei fiumi, nella zona di Barje si sono formati paludi e torbiere, nei quali molte piante rare ed interessanti specie di animali hanno trovato il proprio habitat, soprattutto uccelli e animali selvatici.

Nei prati umidi vive un gran numero di farfalle colorate, addirittura 89 specie. Lì nidificano  anche 100 specie di uccelli,  oltre la metà di tutte in Slovenia. Ancora più numerose sono quelle specie di uccelli che svernano nella palude di Lubiana o interrompono qui il loro volo verso luoghi più caldi.
La palude Barje e un rifugio per gli uccelli europei e mondiali in via di estinzione e le specie di uccelli rari come il re di quaglie (Crex crex), il grande chiurlo (Numenius arquata), la quaglia (Coturnix coturnix), la beccaccia (Scolopax rusticola), l’assiolo (Otus scops), lo stiaccino (Saxicola rubetra), la locustella (Locustella naevia) e l’albanella reale (Circus cyaneus).

Curiosità architettonica: la chiesa di Plečnik a Črna vas
La chiesa di San Michele a Črna vas costruita tra il 1937 e il 1940 su disegno dell'architetto Jože Plečnik è il più bel monumento architettonico nella palude di Barje a Lubiana. A causa del terreno instabile la chiesa riposa su circa 350 pilastri di otto metri ciascuno.
L’ interno è originalmente decorato da Plečnik che aveva un senso spiccato per l'architettura popolare. Tra l’altro si prese cura delle caratteristiche speciali, come l'altare a forma di armadio, l’orologio da parete, ecc. 


Krajinski park Ljubljansko barje 
Podpeška cesta 380 
1357 
Notranje Gorice 
Telefono : +386 1 205 23 50 
E-mail :  
Sito internet : www.ljubljanskobarje.si 


GPS Northing (N) : 46,009 
GPS Easting (E) : 14,5113 
Fotografie
Curatore : Turizem Ljubljana | ++386 1 306 45 75 | | www.visitljubljana.com... | last modified: 19.02.2013

Prenota & acquista

X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni