Valuta l'offerta:

Casa Tartini

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Indirizzo: Tartinijev trg, 6330 Piran
Telefono: ++386 5 663 35 70
Fax: ++386 5 663 35 71
L'edificio e' uno dei piu' antichi del tessuto urbano della citta'. Alcuni scritti del 1384 la indicano come struttura gotica denominata Casa Pizagrua, che fu successivamente ristrutturata, ed assunse le attuali sembianze neoclassiche. Nella casa ebbe i natali il famoso violinista Giuseppe Tartini. L'edificio, ristrutturato infine nel 1991, ospita alcuni interessanti affreschi della scuola del Piranesi. La casa e' la sede della Comunita' degli Italiani, ed e' adibita all'organizzazione di attivita', laboratori e manifestazioni culturali. Al primo piano e' aperta al pubblico la stanza ricordo del celebre Maestro, ove sono esposti oggetti legati alla vita ed all'opera di Tartini, dei quali i piu' interessanti sono la sua maschera mortuaria, un ritratto, numerosi scritti di teoria acustica, e naturalmente il suo violino, un prestigioso Amati. 
 
Giuseppe Tartini nacque a Pirano l'8 aprile del 1692. Il padre Gian Antonio era di origine fiorentina e venne a Pirano probabilmente come commerciante, impiegandosi successivamente come pubblico notaio per l'acquisto del sale. La madre, Caterina Zangrando, era figlia di una delle piu' antiche famiglie piranesi. Tartini acquisi' i primi rudimenti musicali nell'oratorio del Padri Filippini a Pirano e si iscrisse successivamente al Collegio dei Padri delle Scuole Pie a Capodistria. Probabilmente frequento' anche l'accademia piranese deI Virtuosi, che accomunava tutti gl'intellettuali della citta', i quali discutevano nei loro incontri di musica, di arte e di letteratura. Tartini fu avviato successivamente agli studi presso il collegio di Capodistria. Il padre voleva che egli intraprendesse la carriera spirituale, ma la sua natura lo condusse a Padova, ove continuo' gli studi alla Facolta' di giurisprudenza. Succesivamente Tartini dovette abbandonare Padova a causa di alcune avversita' dovute al suo matrimonio con la nipote del vescovo, rifugiandosi nel convento di Assisi, ove studio' con assiduita' il violino ed i fondamenti di composizione. In questo periodo egli si occupo' dell' studio delle regole dell'acustica. I dati biografici degli anni succesivi sono scarsi: e' noto che l'artista suono' in varie orchestre teatrali, esibendosi come solista, e migliorando la sua tecnica violinistica ad Ancona, ove studio' per due anni.
 
Nel 1721 gli fu offerto il posto di primo violino e maestro di concerto presso la cattedrale di Sant'Antonio a Padova. Egli fu nominato senza audizione, il che ne testimonia la fama alla quale era assurto come virtuoso. Dopo un breve soggiorno a Praga, Tartini opero' al culmine delle sue capacita' creative soprattutto a Padova, nella quale assunse la direzione della cappella musicale della cattedrale. Nel 1720 il maestro costitui' la famosa Scuola delle Nazioni, frequentata da studenti provenienti da tutta l'Europa, e proprio per questo Tartini fu denominato il Maestro delle Nazioni. Mori' a Padova nel 1770, ove si trova anche la sua tomba. Il lascito artistico di Tartini e' molto vasto, e comprende circa 130 concerti, oltre 170 sonate per violino ed altre opere musicali. La sua composizione piu' famosa e' la sonata Il trillo del diavolo, composta, come narra la leggenda, quando in sogno gli apparve il diavolo che suonava il violino e, svegliandosi, l'artista annoto' la melodia. Questa sarebbe dunque l'ispirazione di una delle piu' note e difficili composizioni europee per violino.

 


GPS Northing (N) : 45,5287 
GPS Easting (E) : 13,5688 
Fotografie
Curatore : Piran - Turistično združenje Portorož | ++386 5 674 22 20 | | last modified: 17.03.2005
Vai alla mappa
GPS N: 45,5287
E: 13,5688
Destinazione: Eurobasket 2013
Località: Piran - Pirano

Prenota & acquista

Prenotazione
Cerca in:

Data di arrivo:
Giorno
Mese
Anno

Notti
Camere
Adulti/cam.
Posiziona su Google Maps
Ricerca avanzata
CERCA
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni