Calendario

Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Seleziona una regione
Da:
A:
Tipo di evento:Data:Posizione:Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Mostre d'arte: La collezione africana di František Foit
Il castello di Velenje è uno di castelli più bei in Velenje. Dal 1957 sta alloggiando il museo di Velenje, che oggi caratterizza undici collezioni ed esposizioni permanenti del museo. Specialmente il notabile è l'accumulazione di arte africana aperta al pubblico in 1973. È stata donata alla città di Velenje dallo scultore ceco, viaggiatore, František Foit.
più
da 6 marzo a 31 luglio (2006-2015)VELENJE  
Gita / Escursione: Idrija - Sul sentiero del Mercurio
Girando per la città mineraria più antica della Slovenia potrete ammirare i principali monumenti tecnici di Idrija, rinnovati per poter mostrare la magnificenza della città nonché il suo patrimonio tecnico della miniera di mercurio, sviluppato nel corso dei secoli. La guida turistica vi porterà in giro per la città e vi farà conoscere la storia dello sviluppo di Idrija. Scenderete nel Pozzo di Antonio per raggiungere il mondo sotterraneo della miniera, dove potrete osservare i modi storici di estrarre minerali nonché familiarizzarvi con il lavoro e la vita dei minatori. Nel passato, la città di Idrija ha sviluppato una speciale archittettura, formando un tipo di casa particolare, diverso dalle tradizioni archittettoniche che si trovano altrove in Slovenia – la casa di minatori di Idrija. Oggi, l'edificio residenziale, che risale alla seconda metà del Settecento, è un museo. Nel 1910 la casa era abitata da 18 persone. Il museo, sistemato nella casa di minatori rinnovata e riordinata, racconta numerose storie tratte dalla vita del minatore e della sua famiglia. Il suo prospetto è imponente. La casa è circondata da orti e al pianoterra si può vedere l'alloggio caratteristico dei minatori della prima metà del Novecento. Dopo la visita della casa di minatori farete una passeggiata per arrivare al Kamšt, una ruota a pale con diametro di 13,6 metri, parte del mecanismo per attingere l'acqua dalle profondità della miniera. Tali ruote venivano usate in diverse parti della città fino all'inizio del Novecento. Sulla piazzola sopra il Kamšt sono esposte le locomotive con le quali si trasportava il minerale. A ridosso della piazzola si trova il canale di Rake, la cui acqua propulsava la ruota di legno. Per riposare gli occhi farete una passeggiata nel giardino botanico dedicato a Giovanni Antonio Scopoli, un botanico italiano che ha trascorso molto tempo a Idrija. Dopo aver degustato la deliziosa offerta culinaria locale a pranzo, continuerete a conoscere il grande patrimonio tecnico di Idrija. Nell'edificio del Pozzo di Frančiška, il custode del museo vi mostrerà la raccolta di apparecchi, pompe e altri apparati, sia a vapore che elettrici, che si usavano nella miniera. La visita della città si concluderà nel Museo Civico di Idrija (Castello Gewerkenegg), dove tra l'altro si possono osservare le mostre 'Cinque secoli della miniera e della città di Idrija' e 'Il merletto di Idrija, una storia scritta con il filo'. Il museo è una specie di riassunto di quanto è stato discusso durante la visita.
più
da 20 a 31 marzo (2012-2020)IDRIJA  
Gita / Escursione: Benvenuti a Idrija e a Cerkno
La regione di Idrija e Cerkno è una regione speciale e piena di particolarità. Di sicuro si può dire che una breve gita non è sufficente per conoscerne tutte le caratteristiche. Il viaggio comincia a Idrija, in particolare al Castello Gewerkenegg, che è stato costruito nel Cinquecento come il centro amministrativo e il magazzino per la miniera di mercurio. Oggi, invece, è l'edificio del Museo Civico di Idrija, nelle cui gallerie si può conoscere la storia semimillenaria della miniera, della città e del merletto di Idrija. La gita continuerà nel Pozzo di Antonio – l'entrata più antica ancora conservata della miniera. Risale al 1500 e conduce a un complesso di più di 1200 metri di tunnel sotterranei. Attraverso il Pozzo di Antonio, lungo 300 metri, i minatori entravano la miniera e dopo il lavoro tornavano stanchi all'aperto. Nel Settecento, alla fine del tunnel, è stata costruita una cappella di pietra dedicata alla Santa Trinità, adornata con i rilievi della Santa Trinità e le statue dei patroni dei minatori – Sant'Acacio e Santa Barbara. Nella miniera potrete ammirare il mercurio che gocciola lentamente dalla roccia, e vi familiarizzerete con il funzionamento della miniera. Strada facendo incontrerete anche Berkmandlc, lo gnomo della miniera. Tornerete all'aperto attraverso le 116 scale di Attems. Nella camera d'ingresso è inoltre possibile guardare una proiezione audio-visiva che presenta la storia e il patrimonio della miniera di Idrija. Dopo aver pranzato e potuto assaggiare gli autentici žlikrofi alla bakalca (sugo alla carne di montone) e tanti altri piatti tipici, vi recherete a Cerkno, dove visiterete il Museo di Cerkno. A Dolenji Novaki, a pochi chilometri di distanza, potrete osservare anche il vecchio Ospedale partigiano Franja. L'Ospedale partigiano Franja è un monumento autentico della Seconda guerra mondiale e testimonia la solidarietà e l'ingegnosità del personale medico del tempo. Durante il crudele periodo dell'occupazione tedesca del territorio sloveno, i medici, il loro personale e tanti altri cercavano di salvare la vita di numerosi partigiani feriti in questo ospedale, nascosto nella gola di Pasica.
più
da 20 a 31 marzo (2012-2020)  
Gita / Escursione: Benvenuti a Idrija e a Vojsko - il paese piu alto del Litorale Sloveno
La visita avrà inizio nel Pozzo di Antonio – la parte della miniera riordinata per visite turistiche. Il Pozzo è l'entrata più antica ancora conservata della miniera. Risale al 1500 e conduce a un complesso di più di 1200 metri di tunnel sotterranei. Attraverso il Pozzo di Antonio, lungo 300 metri, i minatori entravano la miniera e tornavano stanchi all'aperto. Nel Settecento, alla fine del tunnel, è stata costruita una cappella di pietra dedicata alla Santa Trinità, adornata con i rilievi della Santa Trinità e le statue dei patroni dei minatori – Sant'Acacio e Santa Barbara. Nella miniera potrete ammirare il mercurio che gocciola lentamente dalla roccia, e vi familiarizzerete con il funzionamento della miniera. Strada facendo incontrerete anche Berkmandlc, lo gnomo della miniera. Tornerete all'aperto attraverso le 116 scale di Attems. Nella camera d'ingresso è inoltre possibile guardare una proiezione audio-visiva che presenta la storia e il patrimonio della miniera di Idrija. Dopo essere tornati dalla miniera visiterete il Museo Civico di Idrija al Castello Gewerkenegg, uno dei pochi castelli nel territorio sloveno che non hanno mai avuto una funzione feudale. Il castello di Idrija è infatti stato costruito per le necessità della miniera. Il museo contiene tra l'altro la mostra sulla storia semimillenaria della città della miniera, una vasta raccolta geologica, e una mostra sul merletto di Idrija, con la caratteristica tovaglia di merletto di 6 m2, una volta destinata a Jovanka Broz, la coniuge di Josip Broz – Tito. Il vostro viaggio attraverso le particolarità di Idrija vi porterà a Vojsko, dove potrete assaggiare l'offerta culinaria locale presso la trattoria Pri belem kamnu. Dopo il pranzo, la guida turistica vi porterà alla Tipografia Partigiana Slovenija, al Cimitero partigiano a Vojščica, e al Hudournik. La Tipografia Partigiana Slovenija è uno dei monumenti più conservati e autentici della Seconda guerra mondiale. Al tempo, la TP Slovenija era la maggiore tipografia partigiana nonché la più equipaggiata del Litorale sloveno. Nella parte occidentale del paese si trova il punto panoramico Hudournik, dove si può ammirare il panorama della valle del fiume Idrijca che si allunga fino al paese di Santa Lucia d'Isonzo. Dal punto panoramico sembrano piccolissimi i paesi sui colli intorno a Tolmino, e verso il nord si mostrano le Alpi e il loro patriarca, Triglav. Se il tempo è sereno, sono visibili anche le cime distanti di Matajur, del Monte Colovrat e delle Dolomiti italiane.
più
da 20 a 31 marzo (2012-2020)  
Mostre d'arte: Stalne razstave v Hiši Stare trte
Obiščite Hišo Stare trte na Lentu in si oglejte razstave, ki pričajo o bogati vinski dediščini, ki je zaznamovala mesto Maribor in okoliške kraje. Stalne razstave na temo Stare trte ter  vina in vinske tradicije smo popestrili z muzejskimi eksponati, ampelografsko zbirko Kreuzerjevih slik – grozdi, listi, vitice in jagode starih vinskih sort na Štajerskem so odraz pozornega opazovanja in doslednega posnemanja... V tem času je tod deloval tudi nadvojvoda Janez, ki si je prizadeval za razvoj štajerskega vinogradništva – spoznajte sad njegovega truda na Poti nadvojvode Janeza od Stainza do Maribora!
più
da 1 gennaio a 31 dicembreMARIBOR  
Le manifestazioni etnologiche: Flosarski bal
Rafters temevano - evento culturale ed etnografico
più
da 18 luglio a 3 agostoLJUBNO  
Le manifestazioni etnologiche: 24° Etno Festival Okarina Bled 2014
3. - 5. & 10. - 12. agosto L’ocarina è uno strumento popolare autentico – un piccolo strumento musicale a fiato a forma ovoidale, costruito in argilla, con imboccatura a becco e munito da otto a dieci fori – che produce un suono molto dolce. È il simbolo del festival che propone musica popolare autentica e canti di diversi popoli e nazioni. Gli inizi del festival risalgono al 1991, quando a Bled si sono esibiti tre gruppi sloveni e cechi; due anni dopo il festival si è spostato in altre località slovene, ma è presto tornato a Bled. Il programma del festival si arricchisce di anno in anno – non quantitativamente ma qualitativamente. Ci sono infatti meno concerti di una volta, ma la preziosa sfilata di musica etno è un vero godimento per i numerosissimi ascoltatori che sanno gustare questi piccoli capolavori musicali.
più
da 19 luglio a 9 agostoBLED  
I festival:

più
da 2 agosto a 1 settembreMARIBOR  
Le manifestazioni sportive: Firefighter combat challenge Slovenia

più
da 22 a 24 agostoBLED  
Risultati mostrati: 1-9 N. risultati: 9
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni