Valuta l'offerta:

Hrastovlje

InfoLocalitàAlloggiAttrazioniAttivitàEventiCibo e VinoPiù
Stampa Aggiungi alla pianificatore di itinerario
Centro informazioni turistiche:Tic Koper
Titov trg 3, 6000 Koper
++386 5 664 64 03
175 m
Altitudine
nella campagna
Il villaggio di case addossate è situato nella parte centrale della valle di Hrastovlje, che rappresenta la continuazione ormai secca della valle del Rižana (Risano).

Molti dei reperti portati alla luce sul territorio della valle del Rižana (Risano) e di Hrastovlje sono legati già al periodo dei castellieri (monti Kovk, Ključ, Vrh, terreni incolti Jablance), sebbene questo territorio abbia subito modifiche maggiori sotto il profilo dell’insediamento con la colonizzazione romana e, successivamente, quella slava, durante la quale prese forma anche il nome che tuttora designa il villaggio. L’insediamento originario con la chiesetta di San Marco, menzionato anche nella cronaca »Corografia ecclesiastica« del 1700 del vescovo di Capodistria, monsignor Paolo Naldini, sarebbe sorto sotto il monte Vrh, venendo successivamente abbandonato. Il villaggio (Cristoia,Cristoglie) fu ceduto nel 1028 dall’imperatore germanico Corrado II il Salico ai patriarchi di Aquileia, nel XIII secolo passò di proprietà ai vescovi di Trieste e poi di Capodistria, i quali lo concessero in feudo a diverse famiglie feudali. Come enclave del Sacro Romano Impero, l’area di Hrastovlje fu, fino alla seconda metà del XVI secolo, di proprietà del »domini Joannis Neuasaz nobilis Alemani«, ossia della famiglia feudale tedesca Neuhaus (o anche Neuhauser), la quale nel 1581 vendette, insieme al territorio di Hrastovlje, anche la propria autorità giudiziaria, i diritti sui tributi e i propri privilegi all’illustre medico e filosofo capodistriano ma di origini padovane Leandro Zarotti, come testimonia l’iscrizione latina all’entrata della fortificazione con la chiesa della Santissima Trinità. Nonostante questa cessione, la decima ecclesiastica già dal 1421 veniva raccolta dalla famiglia nobile capodistriana dei Vergeri, che mantenne la proprietà parziale sul villaggio fino al XVII secolo. Vista l’ottima posizione strategica e la presenza della fortificazione sopra il villaggio, Hrastovlje godeva dello status di castelliero e ricopriva un importante ruolo di difesa della valle del Rižana (Risano) nel periodo della Guerra degli Uscocchi (1615-1617). Un importante ruolo nella vita economica di quest’area, soprattutto nel XIX secolo, era svolto dalla viticoltura e, successivamente, anche dalla produzione di latte e pane, mentre la vicinanza con Trieste favoriva anche lo sviluppo di attività non agricole, tra le quali la più importante era l’attività dei mulini sul Rižana (Risano). Fino alla metà del XIX secolo erano piuttosto sviluppati anche l’allevamento di ovini e la tessitura artigianale. Nel Dopoguerra Hrastovlje divenne celebre soprattutto per la fortificazione e la chiesa della Santissima Trinità con gli affreschi, che la annoverano tra i monumenti culturali di maggior pregio in Slovenia. Nel centro del paese è aperta la galleria del pittore accademico e restauratore Viktor Snoj, alla quale, il 30 maggio 2008, si aggiunse anche la galleria dell’ artista locale, lo scultore accademico Jože Pohlen, nella quale, su due piani, sono esposte oltre trenta tra sculture e dipinti dell’artista. Entrambe le gallerie arric-chiscono la vita culturale del paese e richiamano numerosi visitatori.

 


GPS Northing (N) : 45,5075 
GPS Easting (E) : 13,8977 
Fotografie
Curatore : Turistično informacijski center Koper | ++386 5 664 64 03 | | last modified: 09.02.2012
Vai alla mappa
GPS N: 45,5075
E: 13,8977
Destinazione: Eurobasket 2013
Località: Hrastovlje

Prenota & acquista

Prenotazione
Cerca in:

Data di arrivo:
Giorno
Mese
Anno

Notti
Camere
Adulti/cam.
Posiziona su Google Maps
Ricerca avanzata
CERCA
X

Cookie

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Visitando e usando il sito web si consente all’uso dei cookie.
Sono d'accordo
Maggiori informazioni